LA RACCOLTA DEL TE’

A seconda della qualità e dell'aspettativa desiderata del prodotto finale, il tè viene pizzicato da macchine o a mano. In alcuni casi, le condizioni geografiche, ad es. sulle colline, consentono solo la raccolta a mano. In media, le foglie possono essere raccolte ogni 7-15 giorni, a seconda del clima e della posizione. Maggiore è l'altitudine, più lenta è la crescita.

Per produrre 1 Kg di tè finito, occorre raccogliere circa 4 - 4,5 kg di foglie verdi.

Raccolta a macchina: Le foglie superiori 2-4, tra cui steli e gambi, vengono raccolte, la resa è alta e il raccolto richiede poca manodopera.

Raccolta a mano: Senza dubbio, questo lavoro è uno dei tempi più lunghi nell'intera produzione di tè. In questo caso vengono raccolte solo le prime due foglie e il germoglio. La raccolta richiede molta cura e destrezza e sono soprattutto le donne a raccogliere il tè. Mediamente una persona raccoglie dai 16 ai 24 Kg di foglie al giorno.  Le foglie raccolte vengono consegnate alla fabbrica della piantagione due o tre volte al giorno. Le foglioline verdi e fresche hanno un profumo ancora neutro e solo dopo essere passate attraverso una serie di processi di produzione in fabbrica ne risulterà un tè aromatico. 

LA FOGLIA DEL TE’

La prima selezione di qualità si basa sulla piantagione stessa. Le piantagioni più apprezzate sono quelle di montagna intorno ai 2000 metri, quanto diminuisce la quota le foglie sono più grossolane e diminuisce la quantità di gemme e di foglie apicali.

Tè d’ombra, tè di montagna, tè d’altura, tè delle nubi. Le note aromatiche del tè sono il frutto dell’influsso dell’ambiente sulla pianta. I tè hanno dei sentori specifici dati dal tipo di cultivar, dalle condizioni climatiche, dalla composizione chimica del terreno, dalle fasi di lavorazione.

Le sostanze più importanti del tè nella loro più grande concentrazione sono contenute nelle prime due foglie e nella foglia di foglie.

GradiFoglieDiT%C3%A81.png